[GAMBE E CAVIGLIE GONFIE TUTTA L’ESTATE? ECCO IL MOTIVO DEL TUO FASTIDIO]

Anche quest’ anno, con l’aumentare delle temperature si è ripresentato quell’ odioso fastidio di gambe e caviglie gonfie che ti da il tormento sopratutto al termine delle tue intense giornate lavorative?

Purtroppo ti capisco!

#gambe e #caviglie gonfie  in estate  sono il tormento del 50% delle donne, e oltre ad essere un problema estetico, lo sono sopratutto per la salute.

1 donna su 2 infatti, sopratutto quelle che soffrono di fragilità capillare e che trascorrono molte ore in piedi o sedute(sportive, ballerine, parrucchiere, infermiere…), sempre allo stesso posto,  in fase di consulenza mi riferiscono di  voler ridurre il gonfiore e di alleviare la stanchezza delle gambe.

Ma  qual è  la causa scatenante di questo malessere così comune?

Il malfunzionamento del flusso sanguigno: le vene delle gambe sfidano ogni giorno la forza di gravità pompando diverse centinaia di litri di sangue dalla punta dei piedi al cuore. Vita sedentaria, postura scorretta, abiti stretti e sintetici, tacchi alti, fumo e calore intenso sono fra i principali nemici delle vene e delle gambe.

 Tutti questi fattori  causano un rallentamento del ritorno venoso. Le vene infatti faticano a pompare verso l’alto il sangue, che inizia così a ristagnare nei capillari.
La prima conseguenza è l’indebolimento delle pareti dei vasi, che diventano permeabili e meno resistenti. A questo punto sono possibili fuoriuscite di liquidi che possono saturare il sistema linfatico.
Le caviglie e i piedi si gonfiano, si percepisce un dolore diffuso alle gambe e un senso di pesantezza, oltre a formicolii, e possono affiorare vene visibili.
Anche la cellulite, vero spauracchio dell’estate, è causata dal ristagno dei liquidi.

Ma allora quali accortezze è bene eseguire?

Ti illustro di seguito dei piccoli accorgimenti, che se adottati con costanza, ti aiuteranno  migliorando il tuo benessere globale:

  1. controlla il tuo peso: attraverso il calcolo del tuo BMI , controlla  che il tuo peso rientri in un range  di normalità. Qualora il tuo peso sia nettamente superiore  a quello consigliato, poniti come primo oiettivo una riduzione del peso corporeo pari al 10%
  2. Aumenta il consumo di  alimenti ricchi in acqua quali frutta e verdura, preferendo sopratutto quella di stagione (in estate la natura ci  da l’imbarazzo della scelta)
  3. Bevi almeno 8 bicchieri di acqua, preferendo un acqua con basso residuo fisso (non importa se naturale o frizzante)
  4. se svolgi un lavoro che ti porta a stare seduta per molte ore, ogni ora alzati e cerca di camminare almeno per qualche minuto, in questo modo riattiverai, anche se per poco la circolazione
  5. Ogni sera, passa sulle gambe e caviglie un getto di acqua fredda  associando degli automassaggi delicati da fare con entrambe le mani: una leggera pressione dall’inguine (punto più vicino al linfonodo) verso il ginocchio per convogliare la linfa nella stazione dei linfonodi inguinali
  6. Se hai a disposizione una spazzola per il corpo, tutte le sere spazzola dalla caviglia  al ginocchio per almeno 5 minuti. Questa tecnica consente al microcircolo di riattivarsi.
  7. Settimanalmente sottoponiti a trattamenti specifici ( non solo delle semplici pressoterapie che non solo non migliorano la situazione, ma talvolta potrebbero addirittura peggiorarla) .

Vuoi sapere qual’è il trattamento più adatto alle tue esigenze?

Sottoponiti alla nostre consulenza estetica avanzata, sicuramente  sapremo consigliarti il trattamento giusto!

Contattaci allo 0818251535,oppure inviaci una email a centromed@esteticaenutrizione.it

Se invece vuoi passare a trovarci  siamo ad Avella in via Roma 5

Dott.ssa Enrica Pulerà

Recommended Posts
Live Chat

Contatta la Dott.ssa Pulerà

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search