fbpx

Ginoide o Androide: a quale morfologia appartieni?

A quale morfologia appartengo e come posso sfruttare cibo allenamento e trattamenti a mio favore.

Sentiamo spesso parlare delle morfologie cosidette a mela, pera o peperone, ma cosa significano in termini pratici?

Come posso sapere a quale morfologia appartengo?

Perchè ciò che può funzionare per una mia amica, non può valere per me?

Tutte noi almeno 1 volta nella vita abbiamo provato a fare una dieta fai-da-te, letta su un giornale, passata dall’amica del cuore o consigliata dalla cugina che ha visto una sua cara amica perdere 30 kg in 1 mese, ma magari i risultati sono stati deludenti o nella migliore delle ipotesi ci siamo trovate con un viso scarno, il seno con 2 taglie in meno e il sedere sempre identico a prima senza differenza, anzi con qualche buchetto in più.

Risultato?

Depressione o sconforto totale e la tipica frase “su di me non funziona niente”.

Lascia che ti dica una cosa:

non è proprio così.

Il problema è che spesso non si analizzano i fattori personali o costituzionali che caratterizzano ognuno di noi e che ci rendono belle e straordinarie proprio perché uniche sia nel carattere che nella forma fisica.

Per cui oggi voglio aiutarti a capire che cosa è più adatto a te, quali cibi dovrai evitare e quali privilegiare in base alle tue specifiche caratteristiche iniziando dal darti un piccolo compito.

Ci sei? Sei pronta?

Bene, prendi un centimetro da sarta e misurati la circonferenza, il giro vita passando dall’ombelico.

Fatto?

Appuntalo su un foglietto.

Ora misurati la circonferenza dei fianchi passando intorno ai glutei misurando la parte più sporgente.

Segnati anche questo.

Ora dividi la circonferenza vita per la circonferenza fianchi.

La formula è: Circonferenza vita / Circonferenza fianchi.

Se il risultato è maggiore di 0,81, sei un soggetto ANDROIDE.

Se il risultato è minore di 0,81 sei un soggetto GINOIDE.

A cosa ci serve capire questa prima differenza?

Ci serve a valutare il ruolo degli ormoni nel tuo corpo, ci serve per capire come funzionano il cortisolo (l’ormone dello stress) e l’insulina l’ormone preposto all’accumulo del grasso e di conseguenza quali cibi preferire, a che ora e quali no.

Cercherò di spiegartelo in termini più semplici possibili ma cerca di seguirmi e vedrai che applicando questi piccoli consigli riuscirai a smuovere i depositi di grasso nei punti in cui lo desideri di più.

Il Soggetto Androide ( a mela)

Dal punto di vista metabolico, possiamo definire il soggetto androide come “iperlipogenetico”: accumula facilmente grasso ma lo brucia altrettanto facilmente.

La donna androide è la tipica donna mascolina che accumula grasso sopratutto dall’addome in su, molto panciuta con le braccia imponenti e grasso accumulato anche dietro la schiena, le cosiddette manigliette che fuoriescono dal reggiseno.

Di solito è molto emotiva e iperattiva, produce molto cortisolo (solitamente dal mattino fino al pomeriggio). Il cortisolo ha tra le sue caratteristiche quella di essere iperglicemizzante, ovvero di aumentare la glicemia.

Per darti un’idea è la donna tipo “Mara Venier”, grossa su ma con le gambe molto magre.

Il Soggetto Ginoide ( a pera)

Il soggetto ginoide è invece “ipolipolitico”: accumula facilmente grasso ma lo brucia con molta difficoltà.

La donna ginoide è la classica donna mediterranea con le cosce e i glutei più grossi rispetto alla parte superiore del corpo.

É generalmente, dal punto di vista metabolico, un soggetto più lento e pigro al mattino, molto attivo dal tardo pomeriggio alla sera. Ovviamente ha la tendenza a fenomeni di cattiva circolazione (fragilità capillare, ristagni di liquidi, ritenzione idrica, caviglie gonfie, linfoedema), costituzionalmente predisposta alla cellulite; spesso si riscontra un’accentuata voglia di zuccheri soprattutto durante il periodo del ciclo (ecco giustificata la disperata voglia di dolce che ci attanaglia prima durante e dopo le mestruazioni).

Una volta identificato e compreso bene a quale morfologia apparteniamo vediamo quali consigli seguire se si vuole mantenere una perfetta forma fisica e se si desidera perdere qualche centimetro in una zona del corpo specifica.

I Consigli Per Il Soggetto Androide.

 

Per quanto riguarda il soggetto androide che vuole quindi perdere centimetri sopratutto sulla pancia, che è tecnicamente definito iperlipolitico, essendo un ipercortisolemico avrà una scarsa tolleranza ai carboidrati che dovranno essere limitati soprattutto fino alle 17, orario in cui il cortisolo cala notevolmente.

Quindi colazione iperproteica con scarso apporto di carboidrati, questi ultimi da scegliere tra quelli a basso indice glicemico, cioè che alzano poco la glicemia e quindi stimolano poco l’insulina.

Se vogliamo preservare la muscolatura può essere utileuna colazione salata  e ricca di proteine, ecco perchè può tornare utile utilizzare le  uova e ; se desidera allenarsi sarebbe indicato allenarsi durante i picchi del cortisolo, quindi nella prima parte della mattinata. Le sedute di allenamento non dovrebbero superare i 50-60 minuti, poiché oltre questa soglia di tempo si riduce la produzione endogena anabolica del testosterone e aumenta quella anabolica del cortisolo. L’intensità dell’allenamento non dovrà essere troppo elevata, ma combinata con un volume di lavoro generale medio alto (numero di serie totali medio elevato, ripetizioni medio alte, da 10 a 15 per set).

I Consigli Per Il Soggetto Ginoide.

Mentre per quanto riguarda il soggetto ginoide che vuole perdere centimetri soprattutto dai glutei alle cosce in giù, tecnicamente difinito ipolipolitico, dovrà seguire il seguente schema: colazione con carboidrati sempre a basso indice glicemico; a pranzo se si desiderano i carboidrati preferire cereali integrali tipo quinoa, farro, orzo, integrali e grezzi, con verdure crude o cotte e una porzione di proteine, (la quantità dei carboidrati comunque può variare a seconda del sovrappeso dell’individuo e della sua necessità di perdere peso). La cena iperproteica, solo proteine e verdure preferibilmente crude, per favorire la secrezione di GH notturna incrementando così la lipolisi di solito rallentata in questo soggetto.

La donna ginoide dovrebbe allenarsi durante i migliori picchi metabolici, ovvero quando i livelli di energia sono più elevati. Sono indicati allenamenti capillarizzanti, pertanto ad alto volume (alte ripetizioni), con un’intensità medio bassa, iniziando la seduta dalla parte inferiore, per poi salire verso l’alto. Dal momento che il soggetto ginoide presenta una parte superiore piuttosto scarna, si suggerisce di strutturare l’allenamento per il tronco con una tabella di leggera muscolazione, mentre quello per la parte inferiore con un lavoro a circuito e ad alte ripetizioni.

Almeno nei primi mesi sono sconsigliati esercizi come squat, affondi, corsa sul tappeto.

L’allenamento non dovrebbe essere frazionato tra parte superiore e inferiore, ma eseguito in sedute full body.

Se il soggetto è misto dovrà limitare i carboidrati sia a colazione, quando il picco del cortisolo è particolarmente alto per evitare l’iperstimolazione insulinica che a cena per poter sfruttare l’effetto lipolitico del GH.

Anche i trattamenti corpo che siano domiciliari o in istituto devono essere scelti con criteri diversi a seconda della morfologia, di conseguenza se si accumula più grasso sulla pancia saranno necessari trattamenti lipolitici localizzati, mentre per i soggetti che hanno problematiche nel distretto inferiore del corpo, cosce e glutei, saranno da preferire tutti i trattamenti che riguardano maggiormente il riequilibrio circolatorio coadiuvato da qualche tecnologia che stimoli il metabolismo basale di solito rallentato.

A casa invece si possono sfruttare il potere stimolante delle piante e magari fare degli infusi; la donna androide deve preferire qualcosa che lavori sulla riduzione dell’assorbimento dei carboidrati tipo: gymnenma, cannella finocchio; la donna ginoide deve assumere degli infusi che agiscano maggiormente sulla depurazione tipo: anice, bardana, carciofo e carrubo.

Spero che questa guida possa aiutarti verso una consapevolezza maggiore del tuo corpo e di conseguenza una scelta più consapevole dello stile di vita da attuare cosi da avere benefico sulla rimessa in forma e di conseguenza sulla tua felicità.

Resto comunque disponibile e se desideri una consulenza specifica su fattori ancora più personali come la tua massa grassa, la massa magra e quanti liquidi intra ed extra cellulari hai nel corpo, chiamami o prenota a questo link cosi potremo effettuare una consulenza ed aggiungere accorgimenti specifici per mettere il turbo alla tua rimessa in forma.

A presto,

Dott.ssa Enrica Pulerà

 

Recommended Posts
Live Chat

Contatta la Dott.ssa Pulerà

Not readable? Change text. captcha txt
0

Start typing and press Enter to search

diete detox, funzionano davvero^